lunedì 6 giugno 2011

Resoconto Vigneti d'Oltrepo Marathon

Oramai sono passati alcuni giorni dalla gara ed è ora di scrivere il resoconto.

Era la prima volta che partecipava a questa Gran fondo e vista la lunghezza e l'altimetria ho deciso di non partire a tutta come al solito.

Insieme ai miei compagni di squadra sono entrato in griglia abbastanza presto e nonostante i soliti buchi sono riuscito dopo un paio di km a rientrare sul primo gruppo.

Sulla prima salita sono salito senza esagerare, cercando di andare in agilità e dopo la prima discesa mi sono ritrovato in un bel gruppo.

Qui ho fatto l'errore di non riportarmi subito nelle prime posizioni e in uno strappetto prima di una salita si è creato un bel buco: per una decina di metri non sono riuscito a rientrare.

A questo punto ho rallentato per rifiatare e in cima alla salitella mi sono fermato ad un ristoro a riempire la borraccia.

Quando sono ripartito mi ha raggiunto un bel gruppetto con cui sono stato fino all'inizio della salita dei tre passi.

Qui sono salito col mio passo staccando qualcuno e staccandomi dai più forti ed in cima ci siamo ritrovati  in tre.

Ci ha recuperato un gruppetto composto da una ventina di corridori e all'ultima salita, visto che avevo bevuto e mangiato bene, sono riuscito a fare la differenza portandomi alla ruota almeno 6 compagni di fuga.

Nel tratto prima dell'ultima discesa ho quasi sempre fatto io il passo raggiungendo alcuni che si erano staccati dal gruppo davanti.

Nell'ultima e pericolosa discesa ero in seconda posizione ed a un tornante che stringeva sono arrivato un po' lungo perché a causa degli avallamenti dell'asfalto mi si era bloccata alcune volte la ruota posteriore, quando pensavo di essere riuscito ad impostare la curva un'altro avallamento mi ha fatto perdere la traiettoria e sono finito nella profonda cunetta tra l'asfalto e la riva erbosa e dopo alcuni metri, in cui ero quasi riuscito a fermarmi, ho preso un grosso ciuffo d'erba che mi ha fatto cadere.

Fortunatamente mi sono solamente spelato leggermente il gomito ma quando sono riuscito a ripartire il gruppetto era sparito.

Nonostante la brutta caduta ho proseguito la discesa ad una buona andatura non essendomi fatto prendere dalla paura e in fondo alla discesa ho visto il gruppetto che mi precedeva di circa 300 metri.

A questo punto ho dato tutto quello che avevo per rientrare riuscendo a fare un paio di km tra i 40 e i 50 km orari sfruttando la strada che scendeva leggermente; sono riuscito ad agganciarmi quando mancavano circa 10 km al traguardo.

Ho rifiatato un po e dopo un po' ho dato anche un paio di cambi per mantenere alta l'andatura e finalmente siamo giunti al traguardo senza fare neanche la volta.

Sono arrivato 181° assoluto e 63° di categoria in 4h 50' 36".

Sono molto soddisfatto per come mi sono gestito durante la gara e contento di non essermi fatto niente nella caduta.

Ora manca solamente l'ultima e più impegnativa delle tappe: la Granfondo Giordana (ex Pantani) che è in programma il 26 di Giugno.